Polentine di S. Antonio

17 Gennaio 2020

Il 17 gennaio si celebra Sant’Antonio Abate, eremita egiziano considerato il fondatore del monachesimo cristiano. In questa data è tradizione benedire gli animali da cortile e quelli da compagnia.

Come ogni anno durante la settimana del 17 gennaio potete trovare in Pasticceria le famose polentine di S. Antonio, tortine morbide a base di pan di Spagna con crema pasticcera, decorate con uccellini di crema al burro alla nocciola.

Ma perché la polenta? La storia ci porta nel lontano 1500, quando dal Nuovo Mondo vennero portati a Sermoneta, una cittadina nei pressi di Bologna, strani semi chiamati “Mahiz”. I semi vennero piantati per ottenere una farina e da questa una pappetta morbida per sfamare i delinquenti rinchiusi nelle prigioni. La nuova pietanza era molto economica e si diffuse anche presso i pastori che, nel cuore dell’inverno, non vivevano certo nell’abbondanza. Per tale motivo nel giorno della festa di S. Antonio Abate, il Duca Guglielmo permise che in piazza si offrisse a tutti polenta condita con carne di maiale per poi dare inizio al carnevale Sermonetano.

È a questa tradizione che i pasticceri si sono ispirati per realizzare le polentine dolci.